Buone notizie per gli esclusi dalla rottamazione bis delle cartelle esattoriali.

Con una operazione compliance annunciata proprio dall’Agenzia delle Entrate – Riscossione, coloro i quali che avevano aderito alla sanatoria ma non si erano messi in regola entro il 7 dicembre, potranno usufruire dei vecchi piani di rateizzazione.

Sarà la stessa Agenzia a comunicarlo a mezzo lettera agli oltre 60mila contribuenti non più in regola, indicando i nuovi termini per aderire all’operazione di “salvataggio”.

La nuova procedura difatti, non prevede più sconti su sanzioni o interesse, ma il mero vantaggio di diluire nel tempo il debito fino ad un massimo di 72 rate, che in alcuni casi potranno diventare 120 (ma solo in casi di comprovata difficoltà).

I riammessi sono quei soggetti con ruoli datati dal 1° gennaio al 30 settembre 2017 o con carichi affidati alla riscossione dal 2000 al 2016, ma che non abbiano presentato domanda per la prima sanatoria.

Perso quest’ultimo treno, si provvederà alle maniere forti, come ipoteche o ganasce fiscali.

Desideri maggiori informazioni o vuoi essere seguito nelle pratiche di presentazione della domanda? Con WebFisco hai un commercialista a tua disposizione pronto ad aiutarti nel disbrigo di tutte le pratiche necessarie.

Cosa aspetti? Contattaci oggi stesso, è facile, veloce ed economico.

Share This